L’ecologia

Il Paraguay ha aderito a diverse associazioni finalizzate alla protezione del nostro pianeta, come: Protocollo di Kyoto, rifiuti pericolosi, cambiamento del clima, biodiversità, protezione dell’ozono.

Purtroppo deve fare ancora molto per quanto riguarda i mezzi inadeguati per lo scarico dei rifiuti che procurano inquinamento delle acque e gravi rischi alla salute principalmente per i residenti delle zone urbane.  Un altro grande problema ecologico riguarda la deforestazione.

E’ scoppiato un vero boom per la produzione della soya, largamente richiesta dalla continua crescita della Cina.  Paesi grandi come l’Argentina ed il Brasile dal 1990 al 2004 hanno aumentato la produzione del 230% , e non da meno stanno facendo i più piccoli Uruguay e Paraguay. Il significato di questo boom è un cambiamento dello stile di vita, dell’economia , ma principalmente dell’ecosistema. Per aumentare il terreno coltivabile si procede senza alcun giudizio alla distruzione delle foreste. Tutto il bacino Amazzonico è la più grande fonte di produzione di acqua, di assorbimento dell’anidride carbonica e della bio-diversità. Il governo Brasiliano insieme alle università americane sta iniziando a suonare le campane di allarme avvisando tutti del pericolo che incombe.  Il governo del Paraguay , benché ha bisogno di risorse per risollevarsi dalla povertà,  ha capito anche che è necessario proteggere l’ecosistema istituendo diversi parchi e riserve naturali, tra cui ricordiamo:

National park Defending of the Chaco

situato nel dipartimento del Gran Chaco. L’area è costituita da una vasta pianura alluvionale coperta dagli quebracho e foreste basse ed arbusti. La zona montuosa delle colline Leon è un esempio unico del Chaco, così come gli umidi burroni. E’ un’habitat eccellente per grandi mammiferi.   L’area è sotto la giurisdizione della SEAM (Aree protette), ed il responsabile MR Juan Carlos Aranda può essere contattato la nr 021 615 812   

National park Tte. Agripino Enciso
Situato nel dipartimento del Big Hole.  E’ il tipico territorio del Chaco arido, dovuto alla mancanza di acqua, e presenta una vegetazione caratterizzata da dense ed impenetrabili foreste. La fauna è presente con una grande varietà di specie, alcune in pericolo di estinzione

National park Medanos of the Chaco

Situato nel dipartimento del Big Hole. L’area presenta la formazione di dune, con unavegetazione sottile e tozza. Il terreno è molto sabbioso, e l’area è molto caratteristica in quanto le formazioni sabbiose sono molto sceniche. Tuttavia il rischio di erosioni è molto elevato, e qualsiasi modifica o uso inadeguato della zona potrebbe provocare danni enormi alla regione..

National park Riacho Sur&rdquo Jacare
Uno dei siti di grande attrattiva turistica ed ecologica nel Gran Chaco alle sorgenti del fiume Yakarè Brook, dove si incontrano un gruppo di lagune salmastri e foreste naturali di rimarchevole bellezza. La terra conosciuta come Field Maria e Field Hope e le lagune  Captain, Salada e Chaco Lodge sono i principali componenti di questo ecosistema in cui hanno l’Habitat uccelli come i Nandù, i tuvuvù ed i coscoroba, e mammiferi come i tapiri, gli yurumi. Durante i mesi di giugno, luglio ed agosto grandi stormi di flamenco sostano qui nella loro migrazione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *