La popolazione

Etnicamente, culturalmente e socialmente il Paraguay ha una delle più omogenee popolazioni del sud america.  Più del 95% sono Meticci ( Incrocio tra spagnoli e discendenti degli indiani guarani), anche se gli originali Guaranti hanno lasciato piccola traccia culturale soltanto nel linguaggio. E’ presentè anche anche consistente  comunità di giapponesi, rifugiati qui durante la 2a Guerra Mondiale.

Il paese ha poche risorse minerali  e l’unica fonte di sostentamento è l’agricoltura che però ha risentito nel 2002 della crisi finanziaria nella vicina Argentina  e del grande latifondismo. Per questo motivo molte famiglie sono rimaste senza terra e si sono riversate nelle aree urbane vivendo in povertà. Si pensi che nel Chaco, occupante il 60% del territorio, vive soltanto il 2% della popolazione. La forte povertà ha contribuito all’aumento delle organizzazioni criminali, del contrabbando e del riciclaggio del denaro.Il Paraguay , con l’aiuto internazionale, sta compiendo grandi sforzi per combattere queste piaghe presenti nel paese, soprattutto nella zona triangolare sud che divide con l’Argentina ed il Brasile.

LINGUA
Sia lo Spagnolo che il Guarani , idioma degli indigeni,sono lingue ufficiali, ma mentre lo spagnolo è usato per il commercio ed il governo, il Guarani viene comunemente parlato e capito da più del 90% della popolazione.

RELIGIONE
La maggioranza, circa il 95% professa la religione Romano Cattolica, il restante si divide tra la Mennonite ed il Protestantesimo.

TRADIZIONI CULINARIE
In Paraguay, la cucina ha una grande tradizione, offrendo una deliziosa combinazione di carni e pesci di fiume, uniti a vegetali freschi e frutta reperibili durante tutto l’anno. I piatti più popolari utilizzano il granturco, la carne ,il latte ed il formaggio. Sono assolutamente da assaggiare: Chipa Guazu, Bori-Bori, So’o-yosopy, Locro, Mbeyu, Puchero, Guiso, Manioca. La bevanda locale preferita è un rum scuro prodotto dale canne da zucchero; ed il terere, l’infuso dell’erba mate, aromatizzata con erbe medicinali. Viene servito in zucche le “guampas” e succhiato in cannuccie di metallo le “bombilla” Curiosità: il Chipa è il tradizionale pane del Paraguay, molto versatile ed economico, cotto su foglie di banano in forni di argilla. In Asuncion si può scegliere di gustare sia la cucina internazionale ( nei grandi hotel) che quella locale nei numerosi locali sparsi in tutta la capitale, mentre nelle piccole città c’è una varietà di piccoli ristoranti e grill in cui la cucina tradizionale non ha rivali.
Curiosità: come molti paese latini la maggior parte della popolazione pranza a casa, ed i pranzi di lavoro sono molto rari in Paraguay. La cena viene servita dopo le 21.00, ed è considerata se consumata nei ristoranti una circostanza sociale. Anche se è una cena di lavoro non cercate di parlare di business a meno che l’argomento non sia iniziato dalla vostra controparte. E’ assolutamente sconsigliato di parlare di politica o di religione, mentre è apprezzata la conversazione sul calcio, sul basket, sulla equitazione, così come sul maestoso progetto ingegneristico realizzato della diga di Itaipu.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *